martedì 29 maggio 2012

Backup Post: dov'eravamo rimasti

Scrivo questo post interrompendo a metà la visione del pilot di Continuum, nuova serie abbastanza fuffosa, o almeno così mi pare a un quarto d'ora dalla fine. 
Praticamente c'è una tizia che fa la poliziotta iper-figa nel 2077 e ha tutte quelle cose che i nostri nerd-antenati degli anni '50 immaginavano avremmo avuto nel 2077 (i chip nel cervello che ti fanno vedere le cose tipo Robocop, o un bottone sul ginocchio che ti cambia i vestiti, o siringoni di metallo paralizzanti, roba così). Ecco, io se fossi uno showrunner di una serie di fantascienza, strapagato e detentore di uno dei lavori più fighi ever dopo il Time Lord e l'Acchiapafantasmi, beh magari uno sforzo di fantasia in più lo farei. No così, giusto per guardare fuori dalla finestra della mia villa a Malibu e pensare "oh, me lo son guadagnato".
By the way, in questo futuro con gli autobus volanti (ah sì, ci sono anche gli autobus volanti) il problema principale sono un gruppo di terroristi che si fanno chiamare LIBERATE (da leggere LIBEREIT) che niente, sostanzialmente non gli piace il governo, perché vogliono la libertà di espressione e allora fanno esplodere i palazzi, just for the lulz. 
Ma tutto è bene quel che finisce bene, perché la tizia poliziotta li cattura più o meno al minuto 3 e questi vengono tutti condannati a morte. Ah, ecco, devo specificare: sti qua sono in 7. E sono credo il gruppo terroristico più stereotipato della storia dei gruppi terroristici stereotipati, tanto stereotipati che sembrano i sopravvissuti a un'epidemia di zombie. C'è il nero, c'è il bianco, c'è il vecchio, c'è la squinzia e via così.
Allora, li stanno giustiziando, però succede qualcosa che non ho ben capito perché stavo lavando i piatti e tutta la cumpa si ritrova nel 2012, tizia poliziotta compresa.
E ho stoppato. Perché i viaggi nel tempo o li sai fare, o li sai fare.
Consiglio: se però vi ispira, magari prima date un occhio a Life on Mars, oppure a quel capolavoro mai dimenticato che è Quantum Leap.

Ah poi è un sacco che non aggiorno il blog vero? Dunque per fare un riassunto veloce:
- Ho smesso di guardare The Killing, perché la protagonista ha dei brutti maglioni che mi ricordano la mia adolescenza in provincia. Ah poi anche perché dubito che la scoperta dell'assassino dopo che sono stati più o meno sospettati TUTTI i personaggi desterà in me qualche sussulto. Alla fine diranno che non è morto nessuno ed era il sogno della moglie di Bobby che poi lo trova nella doccia la mattina... ah no, wrong story
- Sono probabilmente l'unica persona sulla faccia della terra a non vedere Games of Thrones, e dopo questa affermazione le mie quote nerd sono scese oltre il livello di guardia. No, calma, lo recupero quest'estate
- Mad Men a sto giro spacca i culi come non li ha mai spaccati prima
- Per la serie No ma poi diventa bello, e poi di nuovo brutto:
l'avevo chiamato cazzata, avevo dovuto ricredermi urlando al capolavoro e ora... ora boh. Fringe mi fa di nuovo cadere le palle e la quarta stagione è da denuncia (però non l'ho ancora finita, quindi come al solito dovrò ri-scrivere "no mi ero sbagliata, ritratto tutto". Son stanca qui - mi sto indicando le tempie).
- Siamo credo rimasti in 5 a vedere Smash. Gli altri 4 son dei killer. Non so perché, ma queste serie tv tra il trash e il drammone, con le canzoni e Marylin Monroe, boh, mi danno l'idea di roba adorata da dei malati di mente che odiano la gente. Cioè, a pensarci ci sta. Ti vedi una puntata di Smash, e poi esci e fai una strage perché non credi più nel genere umano. Tipo.


Nessun commento:

Posta un commento